Lo zucchero: il grande alleato delle carie

 In Alimentazione e benessere

L’abuso di cibi e bevande ricchi di carboidrati raffinati viene da sempre additato come la causa principe della carie nei bambini. E la carie non è altro che un’infezione provocata da alcuni microrganismi che popolano il cavo orale.

Dal momento che lo sviluppo e la proliferazione di questi batteri è favorito dai residui di cibo che rimangono negli interstizi tra i denti, è importante associare ad una corretta igiene orale un’alimentazione adeguata. Lo zucchero in qualsiasi forma è uno dei principali fattori che contribuisce alla nutrizione dei batteri che si trovano in bocca e che causano il deterioramento dentale.

In realtà la carie non è strettamente collegata alla quantità di zucchero consumata ma alla durata del periodo in cui i denti sono a contatto con lo zucchero. Introdurre in bocca qualsiasi quantitativo di zucchero diverse volte al giorno aumenta infatti il rischio di carie.

Gli zuccheri più cariogeni sono quelli semplici, come il saccarosio, il glucosio ed i derivati industriali. Il saccarosio è diventato l’ingrediente fondamentale di molti alimenti. Si trova nelle bibite, nei dolciumi, nelle pastine, e persino nei cereali per la prima colazione. La limitazione del consumo di dolcificanti è quindi un fattore poco controllabile. È fondamentale che l’alimentazione sia bilanciata e che apporti tutte le vitamine ed i minerali necessari a garantire la salute dei tessuti dentari (calcio, magnesio, fluoro e fosforo in primis). Conviene evitare gli alimenti «appiccicosi», come il caramello, che permanendo più a lungo all’interno del cavo orale espongono i denti all’attacco degli acidi ed evitare di succhiare caramelle e cioccolatini, perché in questo modo aumentano i tempi di permanenza degli zuccheri nella bocca.

La soluzione ideale sarebbe lavarsi i denti dopo aver mangiato un alimento ricco di zucchero ma, qualora non fosse possibile, si può masticare un chewing-gum contenente sostanze protettive come il fluoro e lo xilitolo. Questo ovviamente non deve sostituire l’uso dello spazzolino e del filo interdentale.

La diminuzione del rischio di carie è dunque correlata ad un’alimentazione salutare unita ad una buona igiene orale. È necessario affiancare alla pulizia giornaliera sedute di igiene orale professionale ogni 6-12 mesi che permettano la rimozione dei residui più ostinati e la prevenzione di interventi invasivi, e questo è possibile nel nostro studio My Dental Family grazie ai nostri professionisti nel settore.

Per qualsiasi informazione ci trovi nella nostra sede in via Cardinale Maurilio Fossati 5/C (angolo corso Peschiera) a Torino, chiama il numero +39011389278 o inviaci una mail a clinica@mydentalfamily.it

Post suggeriti
salute dentalepulizia dentale