Una masticazione scorretta

 In Alimentazione e benessere, Curiosità sulla salute orale

La masticazione che apparentemente può sembrare un’azione scontata e normale, svolge un ruolo importante per il nostro benessere. Costituisce il primo step della digestione. Infatti, il cibo viene triturato grazie ai movimenti di apertura e chiusura dell’articolazione temporo-mandibolare azionata dai muscoli masticatori. Purtroppo però questa funzione viene spesso sottovalutata; sono poche le persone che masticano nel modo corretto. Sarebbe utile insegnare ai bambini fin da piccoli come masticare e cosa masticare. Al giorno d’oggi, purtroppo, a causa di uno stile di vita frenetico, tendiamo a consumare il cibo velocemente, spesso facendo addirittura altro contemporaneamente.

Cause dei disturbi della masticazione

I disturbi possono essere dovuti a cause dovuti a cause intra-orali o da fattori esterni. Tra i primi un ruolo fondamentale lo svolge il disordine nella distribuzione dei denti, causato da:

  • Una protesi sbagliata
  • Un allineamento non ideale dei denti definitivi
  • Uno scorretto allineamento della lingua all’interno del cavo orale
  • Squilibrio dovuto alla forma e/o alla dimensione di mandibola e mascella
  • Mancanza di uno o più elementi dentali

Tra le cause extra-orali ci possono essere:

  • Assunzione di posizioni scorrette: esiste infatti una stretta connessione tra sistema cranio-mandibolare e il resto dello scheletro e gli apparati muscolari
  • Problemi di appoggio dei piedi: ad esempio piede piatto o piede cavo, infatti questi determinati atteggiamenti possono indurre il sistema masticatorio ad una malocclusione

Tra i fattori che possono incidere negativamente sulla masticazione vi è anche il bruxismo. Quest’ultimo è uno condizione imputata a fattori psicologici che porta a digrignare con forza i denti durante il sonno. La prima conseguenza del bruxismo è il deterioramento dei denti a cui si associano una tensione dei juscoli masticatori e uno stress a carico dell’articolazione temporo-mandibolare.

Le possibili soluzioni

La terapia dei disturbi di masticazione è ovviamente legata alle cause scatenanti. Se c’è un fattore extraorale toccherà al fisiatra o all’ortopedico mettere appunto un trattamento specifico. Nella maggior parte dei casi si ricorre al fisioterapista per esercizi specifici o all’uso di plantari appositi. Se c’è un fattore intraorale è importante far ricorso al proprio dentista il quale valuterà la soluzione più appropriata. Ad esempio si potrà ricorrere ad interventi di endodonzia o parodontolgia o ad apparecchi ortodontici e nei casi più gravi interventi di chirurgiaorale.

Post suggeriti
Pronto soccorso dentisticoDentizione e denti da latte