Malocclusione dentale

 In Metodi e cure, Patologie orali

Per malocclusione dentale si intende un alterata chiusura delle arcate dentali, cioè un allineamento anomalo tra i denti superiori e quelli inferiori. Talvolta quando è possibile individuare la causa della malocclusione, durante l’infanzia, è possibile intervenire per correggerla.

Classificazioni delle malocclusioni

I problemi occlusali si dividono in tre diverse classi:

  • prima classe (normo-occlusione): il morso, ovvero la chiusura delle arcate dentali è tendenzialmente normale e i denti dell’arcata superiore si sovrappongono leggermente a quelli dell’arcata inferiore. Non crea problemi funzionali.
  • seconda classe (disto-occlusione): detta anche retrognatismo o sovramorso; in questo caso tutti i denti dell’arcata superiore sporgono in avanti e sovrastano i denti dell’arcata inferiore.
  • terza classe (mesio-occlusione): detta anche prognatismo o sottomorso; in questo caso i denti dell’arcata inferiore sovrastano i denti dell’arcata superiore.

Altre malocclusioni più frequenti

Altre anomalie che possiamo integrare nel capitolo delle malocclusioni sono:

  • Morso profondo: i molari si allineano normalmente in chiusura, ma gli incisivi superiori coprono troppo quelli inferiori
  • Morso aperto: i molari delle due arcate si allineano in modo corretto, ma i denti frontali e gli incisivi non si incontrano
  • Mal posizione dentale: è un problema di affollamento dei denti che si sovrappongono e accavallano per mancanza di spazio
  • Morso crociato: alcuni denti dell’arcata inferiore coprono troppo i rispettivi superiori

Prevenzione e cura della malocclusione

Sottoponendo il proprio bambino ad una visita dal dentista il prima possibile, si può evitare o prevenire l’insorgere di problemi nell’età adulta.

La prima cosa da fare, innanzitutto, è evitare l’utilizzo del ciuccio e del biberon nell’età della fuoriuscita dei primi denti da latte. Quando non è stato possibile prevenire problemi di malocclusione si può intervenire con il trattamento più accurato in base alla gravità. Nei casi più lievi non è necessario nessun tipo di trattamento se non la rimozione di fattori che porterebbero ad un futuro aggravamento della malocclusione. Ad esempio estrazione dei denti del giudizio, applicazioni di bite per il bruxismo…

Nei casi medio-gravi è utilizzato un apparecchio ortodontico fisso o mobile. L’utilizzo di quest’ultimo può portare fino alla completa scomparsa della malocclusione. Nei casi molto gravi l’utilizzo degli apparecchi ortodontici diventa insufficiente ed è consigliato quindi un intervento chirurgico di correzione.

 

Per qualsiasi informazione ci potete trovare nella nostra sede

Via Cardinale Maurilio Fossati 5/C (angolo corso Peschiera) a Torino

numero: +39011389278

mail: clinica@mydentalfamily.it

Post suggeriti
apparecchioagenesia-dentale