Agenesia dentale

 In Patologie orali

L’agenesia dentale è l’assenza congenita permanente e definitiva di qualche dente. Quando la mancanza è di un solo dente si parla di agenesia singola, quando mancano più denti si parla di agenesia multipla. Quando l’agenesia è totale ovvero riguarda l’intera dentatura si chiama invece agenodonzia e si verifica molto raramente. E’ una patologia che intacca il follicolo dentale ovvero l’embrione che darà vita al dente.

Gli elementi dentali più coinvolti nel caso di agenesie parziali sono, in genere, quelli più visibili. Tra questi: gli incisivi laterali superiori e i secondi premolari inferiori.

Questa patologia può dar vita oltre a problemi nei rapporti sociali dell’individuo e vergogna nelle relazioni, anche a disfunzioni del cavo orale (malocclusioni o affollamenti dentali).

La mancanza di un incisivo laterale, ad esempio, costituisce un disagio non indifferente, mentre la mancanza di un molare o premolare può compromettere il cavo orale anche a livello funzionale.

Cause dell’agenesia dentale

Le cause primarie possono essere di natura evoluzionistica o di natura genetica. Talvolta, infatti, questa patologia è presente già in altri individui della stessa famiglia. Sono state inoltre riscontrate agenesie frequenti in individui affetti da deficit cromosomici come la sindrome di down.

Le cause secondarie, invece, possono riguardare traumi, infezioni, problemi nutrizionali. Tra di esse inoltre, in particolare, vi sono:

  • Ritardo nell’eruzione dentale durante lo sviluppo del bambino
  • Inclusione dentale, ovvero quando la mancanza di spazio costringe alcuni denti a svilupparsi in modo parziale o completo all’interno della gengiva o dell’osso mascellare.

Quali accertamenti dovrà effettuare il medico?

L’odontoiatra dovrà, innanzitutto, effettuare degli studi preliminari attraverso l’esecuzione di una panoramica. Talvolta, infatti, è possibile che il dente non fuoriesca non per colpa dell’agenesia, ma per un’inclusione ossea. Nel caso invece ci fosse un’agenesia il dentista deve scegliere il trattamento ortodontico adeguato.

Come curare l’agenesia dentale?

Le cure devono essere scelte tenendo conto dell’età, degli obiettivi finali e prevedono tre diverse tipologie di trattamenti:

  • Ortodontico: si prevede la chiusura degli spazi vuoti lasciati dal dente mancante attraverso apparecchi ortodontici fissi o mobili. In seguito si abbina un dispositivo di contenzione per permettere ai denti di permanere nella nuova posizione. Il vantaggio principale consiste quindi nel conservare i denti naturali ed evitare l’uso di protesi.
  • Protesico: prevede la chiusura dello spazio attraverso una protesi tradizionale, mobile classica o adesiva.
  • Implantologico: prevede l’inserimento del dente mancante mediante un intervento di implantologia. Consiste nell’applicazione di viti nell’area vuota con la successiva inserzione di protesi artificiali fisse. Questa tecnica è la più diffusa, ma va eseguita solo dopo un’attenta analisi dello spazio disponibile e dell’età del paziente. In alcuni casi l’implantologia seguirà ad un trattamento ortodontico in grado di creare gli spazi necessari e restituire armonia e i denti.

Per qualsiasi informazione ci potete trovare nella nostra sede

Via Cardinale Maurilio Fossati 5/C (angolo corso Peschiera) a Torino

numero: +39011389278

mail: clinica@mydentalfamily.it

Post recenti
malocclusione dentale