Endodonzia

La terapia endodontica, chiamata spesso erroneamente devitalizzazione, si rende necessaria quando la polpa dentale è infiammata o infetta a causa di una carie profonda o a causa di un trauma più o meno grave.

I segnali di allarme sono: dolore, sensibilità caldo-freddo e gonfiore della gengiva vicino il dente.

Quando si arriva a questo stadio, il trattamento consente il mantenimento del dente evitando l’estrazione; il dente non sarà più un serbatoio infettivo e, dopo un’adeguata ricostruzione della corona, potrà continuare a svolgere le stesse funzioni di un dente integro.

La percentuale di successo di una cura canalare di sostituzione della polpa infetta, mediante otturazione permanente è, in condizioni normali, elevatissima.